dentista

Identikit dei denti: quanti sono, quali sono e le loro funzioni

denti nome e posizione

La prima parte dell’apparato digerente dell’uomo è la bocca.

In essa si trovano i denti, organi durissimi necessari per la presa del cibo e la sua masticazione ma anche per la fonetica e l’estetica dell’individuo.

Avere i denti ben allineati, infatti, è fondamentale per non riscontrare problemi allo svolgimento di azioni abituali, quali mangiare e parlare.

Saperli riconoscere, capire di cosa sono fatti, il loro nomi, la loro posizione e quali sono le loro funzioni è il primo passo per prevenire i problemi di salute del cavo orale.
Torna all’indice

Come sono fatti i denti

Nell’uomo e, in generale, nei mammiferi, i denti sono posizionati in una cavità della mandibola o della mascella chiamata alveolo dentale e le loro radici sono coperte dalle gengive.

I denti dell’uomo sono formati da:

  • corona: la parte visibile che fuoriesce dall’alveolo e che, a seconda del dente, assume una forma diversa;
  • dentina: un tessuto osseo molto resistente di colore tendente al giallo che protegge la polpa;
  • polpa: la parte più interna (racchiusa dalla dentina) che contiene i vasi sanguigni e le terminazioni nervose dalle quali dipendono la sensibilità dolorifica e termica del dente;
  • smalto: lo strato bianco che riveste la dentina. È un tessuto epiteliale duro e resistente che protegge il dente dalle aggressioni esterne.

Torna all’indice

Quanti denti abbiamo in bocca?

Il processo di nascita e sviluppo dei denti si chiama dentizione e inizia intorno al 5°/7°mese di vita del bambino.

Il numero dei denti degli adulti e dei bambini è diverso: nei più piccoli abbiamo i denti da latte, ovvero 20 denti temporanei che si completano all’età di 2 anni.

Negli adulti, invece, i denti sono permanenti, cominciano a formarsi all’età di 6 anni e, gradualmente, si sostituiscono a quelli da latte.

La dentatura adulta si compone di 32 denti permanenti, divisi equamente tra l’arcata superiore e l’arcata inferiore.

Torna all’indice

Quali sono i denti?

Entrambe le arcate di cui è fatta la bocca comprendono 16 denti ciascuna:

  • 4 incisivi;
  • 2 canini;
  • 4 premolari;
  • 6 molari (inclusi i denti del giudizio).

La mandibola è l’unica parte mobile del viso e ospita l’arcata inferiore; la mascella, invece, forma la parte superiore e, a differenza della mandibola, è un osso fisso.

Torna all’indice

La numerazione dei denti

Esistono ben 3 sistemi di numerazione dentale utilizzati dai dentisti di tutto il mondo per chiamare e numerare i denti dell’uomo:

  • il sistema FDI;
  • il sistema dentale Palmer;
  • il sistema di numerazione dentale universale in uso negli U.S.A.

Vediamoli in sintesi.

Torna all’indice

 

Il sistema FDI

numerazione denti fdiIl sistema di numerazione dentale FDI ripartisce la bocca in 4 semiarcate che formano le arcate superiore e inferiore. Ogni semiarcata comprende 8 denti permanenti:

  • incisivi. In tutto sono 8, nello specifico: 4 nella mascella che corrispondono ai denti numero 11 e 12 (a destra), 21 e 22 (a sinistra) e 4 nella mandibola, ovvero i numeri 31 e 32 (a sinistra), 41 e 42 (a destra);
  • premolari: 14 e 15 sono quelli superiori di destra, 24 e 25 i superiori di sinistra; 34 e 35 sono gli inferiori di sinistra, 44 e 45 gli inferiori di destra. In tutto sono 8;
  • canini. Sono 4 e sono posizionati 2 nell’arcata inferiore (numeri: 33 a sinistra e 43 a destra) e 2 in quella superiore (numeri: 13 a destra e 23 a sinistra);
  • molari: nell’arcata superiore corrispondono ai denti numero 16 e 17 (a destra), 26 e 27 (a sinistra); nell’arcata inferiore sono i numeri 36 e 37 (a sinistra), 46 e 47 (a destra). Ci sono poi i denti di giudizio, detti anche terzi molari, che sono numerati: 18 (semiarcata superiore destra), 28 (semiarcata superiore sinistra), 38 (semiarcata inferiore sinistra) e 48 (semiarcata inferiore destra). I molari complessivamente sono 12.

Torna all’indice

Il sistema Palmer

numerazione denti palmerIl sistema Palmer che, come quello FDI, suddivide la bocca in quattro aree:

  • semiarcata n.1 parte destra su;
  • semiarcata n.2 sinistra su;
  • semiarcata n.3 sinistra giù;
  • semiarcata n.4 destra giù.

La numerazione dei denti di ogni singola semiarcata comincia a partire dall’incisivo, il dente numero 1. Dal dente incisivo in poi la numerazione è crescente.
Torna all’indice

Il sistema di numerazione dentale universale americano

numerazione denti sistema universale americanoIl sistema di numerazione dentale universale americano, invece, è quello più semplice perché i denti sono classificati dal numero 1 al 32.
Il conteggio parte dal dente n.1, ovvero il terzo molare superiore destro e prosegue in direzione del lato sinistro.

La numerazione continua a livello del dente del giudizio mandibolare di sinistra, n.17, e continua verso destra.
Torna all’indice

A cosa servono i denti?

Questa è una domanda molto comune che ci si pone dopo aver scoperto che ogni dente corrisponde a numeri e nomi diversi, ma anche a forme e funzioni ben distinte.
Torna all’indice

Gli incisivi

Gli incisivi sono i denti che si trovano nella parte centrale, anteriore della bocca. Sono i primi a spuntare e hanno una corona larga e piatta con punta affilata per agevolare la masticazione, tagliando e sminuzzando al meglio il cibo. Per quanto riguarda la dimensione, quelli dell’arcata superiore sono nettamente più grandi degli inferiori. La loro presenza è fondamentale per la fonazione e l’estetica del volto.
Torna all’indice

I canini

Sono i denti più lunghi (poiché la loro radice è molto allungata e robusta) e aguzzi, la loro corona è grossa (soprattutto quella dei denti dell’arcata superiore) a forma di piramide triangolare appuntita e la loro funzione principale è la lacerazione del cibo. Nella dentizione permanente, i canini spuntano tra i 9 e i 12 anni di età.
Torna all’indice

I premolari

Questi denti sono posizionati subito dopo i canini, non compaiono nei denti da latte ma nascono solo intorno ai 10 anni. Possiedano caratteristiche intermedie tra i molari e i canini e la loro corona cubica termina con due cuspidi ad eccezione del secondo premolare inferiore che, molto spesso, ne possiede tre.

La funzione dei premolari è di supporto ai molari nel triturare il cibo e ai canini nello “strappare” gli alimenti ai primi morsi.

Torna all’indice

I molari

Il loro compito principale è quello di triturare gli alimenti prima di essere inghiottiti ma, oltre a questo, sono i denti più importanti per l’occlusione, indispensabili per un corretto funzionamento dell’articolazione mandibolare e per garantire la bellezza estetica del viso. Crescono come denti da latte verso i 12-15 mesi e poi, in versione permanente, dai 6 anni in su. La loro corona è a forma di prisma e, a seconda della loro posizione, è composta da 4 o 5 cuspidi.
Torna all’indice

I denti del giudizio

I denti del giudizio sono gli ultimi a nascere; spuntano in età adulta ma non in tutti gli uomini. Se un tempo erano molto utili per la masticazione dei cibi crudi, ora, con l’evoluzione, non sono più indispensabili.

Il nome deriva dal fatto che la loro eruzione di solito coincide con l’età della maturità (tra i 17 e i 25 anni), ma, proprio a causa della loro fuoriuscita tardiva, spesso non trovano spazio nelle arcate dentali. Quando sbucano in forma parziale, rimangono intrappolati nelle gengive o quando la loro posizione è anomala, il dentista tende a procedere con l’estrazione per evitare che causino forti dolori, carie, ascessi o cisti.
Torna all’indice

Denti e igiene orale

Tutti i denti sono importanti, per questo, fin da bambini, devono essere curati con attenzione per evitare dolori e conseguenze negative per l’organismo. Cosa fare, quindi, per mantenere denti e bocca in salute?

Per prima cosa non trascurare di compiere anche a casa una corretta igiene orale quotidiana ed effettuare visite periodiche di controllo e igiene dentale professionale dal proprio dentista di fiducia.

I nostri studi si trovano a Genova, Imperia e Basaluzzo!
Torna all’indice

CHIAMA ORA GRATUITAMENTE

800 010222

Copyright @ Clindent